giovedì 17 agosto 2017

"The Shield" by Dunhill


Tra le tante piccole intuizioni nate dal marchio di Sir Alfred Dunhill va senza dubbio ricordata l'introduzione delle pipe dotate di "scudo", cioè con la porzione anteriore del rim ben più sporgente a fungere da vero e proprio paravento.
Certo, a suo tempo avrà avuto sicuramente una sua utilità, soprattutto per chi era dedito alla pipa anche quando impegnato nella guida di un motociclo.
Ma gli anni passano e oggi come oggi una radica dotata di "shield" non credo sia poi così necessaria... Sappiamo bene però che in casa Dunhill la tradizione non smetterà mai di farla da padrona e di conseguenza tale shape continua a rimanere in vita e ad esser giustamente realizzato.
Imbattersi in una "Shield" non é cosa difficile, sulla rete se ne vedono abbastanza (anche se con cadenza altalenante) e prenderne una non sembrerebbe cosa ardua... Ma credetemi: le cose si complicano un po' nel momento in cui bisogna effettuare una scelta ben oculata.

domenica 30 luglio 2017

Un'esposizione per Gigliucci


Il 12 agosto é uno di quei giorni che meritano di esser appuntati sul calendario.
Ormai tutti conosciamo Andrea Gigliucci, parte della sua storia e le sue creazioni in radica... Ma non tutti sanno che nella data citata ci sarà una sua interessantissima esposizione ad Alberese, più precisamente nel Parco della Maremma.
Il piccolo evento porta con se un titolo assai esaustivo: "dalla lavorazione tradizionale del ciocco dell'erica arborea al design della pipa artigianale moderna".
Conosco Gigliucci ormai da tempo, fumo con soddisfazione alcune delle sue creature e posso affermare di aver avuto la fortuna di ragionare assieme a lui proprio sulle questioni estetiche di una pipa che mi stava realizzando... E vi garantisco che dar vita ad un dibattito del genere col pipemaker toscano é cosa di grande valore: il suo gusto é ben rappresentato dal suo lavoro e merita di essere apprezzato a 360°.
Questo 12 agosto avrete la possibilità di ammirare le sue pipe e, soprattutto, di dare il via ad un incontro che risulterà sicuramente di grande interesse. Andrea é davvero una persona eccezionale.
Il mio consiglio? Lasciate la noia a casa... E correte a fare un giro al Parco della Maremma, Gigliucci
sarà li ad aspettarvi a partire dalle 18:00 con molte pipe interessanti e con qualche buon tabacco pronto all'uso.

giovedì 13 luglio 2017

Briar Works: novità... E vecchi ritorni


Ormai lo sapete, il marchio Briar Works, nonostante tutto, esercita su di me un forte senso d'attrazione... Non so, sarà forse l'idea di una pipa "made in Tennessee" a far leva sulla mia fantasia? O meglio ancora la convinzione di poter stringere tra le mani uno strumento da fumo tendenzialmente low cost ma eseguito con tutti i crismi necessari?
Fatto sta che dopo l'abbandono del team da parte di Todd Johnson credevo che il progetto a stelle e strisce fosse giunto ormai ad un eventuale capolinea... E invece, a quanto pare, mi stavo sbagliando. 
Seguendo Pete Prevost su Twitter ho avuto modo di comprendere che qualcosa di nuovo bolliva in pentola. 
Non soltanto novità, ma anche (per fortuna) ritorni di fiamma.

lunedì 5 giugno 2017

Il grande Silenzio


"Il grande Silenzio" é uno spaghetti western (termine dispregiativo adoperato per additare questo riuscitissimo filone cinematografico dagli invidiosissimi americani) del 1968 e diretto da Sergio Corbucci.
Protagonisti indiscussi della pellicola il francese Jean-Louis Trintignant ed un follemente immenso Klaus Kinski (mmm... Questo cognome mi suona davvero famigliare...).
In questo lungometraggio atipico, interamente ambientato sulla neve, Trintignant interpreta lo strano ruolo del "cacciatore di bounty killers", reso muto fin da ragazzo da un taglio alla gola e con addosso un passato oscuro che torna pesantemente a contaminare il suo presente.
Apro con questa piccola parentesi di cinema (altra mia grande passione) poichè anch'io, proprio come Silenzio, mi trovo da qualche tempo in una situazione di temporaneo (simbolicamente parlando) mutismo.
No, la passione per la pipa e l'interesse a tener vivo il blog non sono scemati, anzi... Ma purtroppo (o per fortuna) la vita e gli impegni che essa comporta mi stanno rapendo nella maniera più totale. Riuscire a trovare il tempo per metter su un buon articolo é un'impresa titanica, e credetemi: di cose da dire e da raccontare ne avrei davvero tante... Tantissime.
Di pipe nuove ne continuano ad entrare, la stessa cosa possiam dire sui tabacchi... Ma non vorrei anticipare nulla: mi piace pensare che, con le giuste attese, avrete modo di leggere nuovi post interessanti.
Nel frattempo non posso far altro che chiedere un po' di pazienza a voi lettori. Mi sto impegnando per fare in modo che le giornate diventino da almeno 26 ore così da poter ritagliare quel pizzico di tempo in più per me, per la pipa... E per tutti voi che amate sbirciare su "Segnali di Fumo".
Stay tuned........


lunedì 1 maggio 2017

Collezionare radica


Per dedicarsi totalmente al mondo della pipa non serve poi uno sforzo economico tanto immenso. Per poter gestire un'esistenza tranquilla da fumatore tre pipe sono e saranno più che sufficienti.
Con un'adeguata rotazione le tre radiche appena citate riusciranno ad accompagnarci per tutta la vita.
Ma allora perchè sempre più  fumatori tendono ad avere molte pipe in casa?
I motivi potrebbero essere davvero molteplici...
I motivi che hanno spinto il sottoscritto ad avere una collezione di 200 e più esemplari (ancor oggi il numero é in crescita costante) e ad averne maneggiate e rivendute altrettante sono da rintracciarsi soprattutto nel fascino che ogni singola radica é capace di trasmettere.
C'é chi vive la pipa quasi come fosse un'autovettura: quest'ultima ha uno scopo ben preciso ed é quello di semplificarci gli spostamenti, l'altra invece ha come scopo primario quello di bruciare tabacco. Se anche voi rientrate in questa categoria le fantomatiche tre pipe continueranno ad essere la soluzione più ovvia.

lunedì 10 aprile 2017

Paronelli Reverse


Durante l'evento "Smoking on the lake" Ariberto Paronelli ha presentato una nuova linea di pipe con sistema Reverse. Da oggi anche i titolari del "Museo della pipa" di Gavirate adeguano il loro catalogo offrendoci un oggetto da fumo con camera d'espansione.
Naturalmente ne ho presa una per poter toccare e valutare quest'ultima creazione in modo assolutamente diretto.
La pipa é una bulldog fortemente ispirata dalla già nota serie prodotta da Radice (cannello e bocchino sono effettivamente sovrapponibili) e che, allo stesso tempo, presenta qualche novità piuttosto interessante.

lunedì 20 marzo 2017

Vauen "Magnet" pipe stand


Era già da qualche anno che il sottoscritto era alla ricerca di una valida rastrelliera su cui far stazionare a rotazione le pipe pronte all'utilizzo.
Certo, online se ne trovano molte e anche a buon mercato ma resto dell'idea che un oggetto del genere lo si acquista una sola volta... E quindi meglio puntare su qualcosa di valido, ben realizzato e che risulti allo stesso tempo capace di fungere da discreto complemento d'arredo. Si, perché anche l'occhio ha bisogno di esser soddisfatto, quindi funzionalità e design meritano di andare di pari passo.
La soluzione, fortunatamente, é arrivata tramite eBay.