lunedì 20 febbraio 2017

Gigliucci "Shield Rhod S.D.F.": never seen before!


L'idea iniziò a balenarmi nella mente sul finire dello scorso anno.
Sono sempre stato affascinato dalle "shields" di casa Dunhill e dal valore storico che si portano addosso da inizio secolo, nonostante sia convinto che lo scudo non é che sia poi così efficace o indispensabile. .
Resta però il fatto che tale accorgimento mi ha sempre attratto al punto tale che una "white spot" di questo tipo non me la sono fatta mancare.
Ma torniamo un attimo a noi. A dicembre 2016 é nata in me la voglia di immaginare lo scudo applicato sullo shape che più adoro: la rhodesian.
Per quel che ne so di esempi del genere in giro non se ne sono mai visti, la stessa Dunhill ha sfruttato il "paravento" solamente su due forme: billiard e bulldog.
La voglia di far realizzare qualcosa di potenzialmente unico mi ha spinto a contattare l'amico Andrea (Gigliucci) per discutere sulla possibilità di metterci all'opera su tale realizzazione.

martedì 14 febbraio 2017

Review: Samuel Gawith "Full Virginia Flake"


Marca: Samuel Gawith
Nome tabacco: Full Virginia Flake
Origine: UK
Master blender: Samuel Gawith
Trattamento: Virginia sottoposto a pressione
Tipo confezione: Tin da 50g; bulk da 250g
Pipa utilizzata (costruttore, modello, serie): Varie, con fornello tendenzialmente piccolo

lunedì 6 febbraio 2017

"Segnali di fumo" approda su Twitter


Bisogna ch'io l'ammetta: il mio interesse nei confronti delle varie piattaforme "social" é sempre stato prossimo allo zero.
L'obiettivo che mi son sempre posto é quello di dar vita ai miei post senza preoccuparmi troppo di quello che accadesse attorno all'ambiente pipario... E fondamentalmente continuo ad esser fermo su questo mio modo di vedere le cose.
Oggi però mi sono deciso ad aprire un account su Twitter.
Il motivo é semplice: avere la possibilità di dar vita a post brevi, semplici e senza fronzoli che mai avrebbero avuto un senso qui sul blog.

lunedì 30 gennaio 2017

Rimini: "International Pipe Smoking Day"


Domenica 19 febbraio la pipa torna a far parlare di se.
Il Rimini Pipa Club", con il patrocinio del "Pipa Club Italia" organizzerà l'International Pipe Smoking Day, la settima edizione del ritrovo nazionale dei fumatori di pipa.
Il sottoscritto, causa insormontabili incombenze, non potrà prender parte alla giornata ma trovo giusto pubblicizzare comunque l'evento.
Saranno presenti i mastri pipai pronti a far bella mostra delle loro realizzazioni.
Tutto avrà inizio alle 12:30 con il pranzo al ristorante "Da Gamboun" situato a  Poggio Berni, un locale spazioso che, naturalmente, consentirà ai clienti di fumare in assoluta libertà.
Sarà una giornata speciale, tra amici fumatori di pipa.
Per comunicare la propria adesione sarà necessario mettersi in contatto con il "Rimini Pipa Club" o con Simone della "Tabaccheria del Corso" di Rimini.
Buon International Pipe Smoking Day a tutti!

lunedì 23 gennaio 2017

Iafisco bent brandy


Ci sono pipe ed artigiani che non sempre riesco a farmi piacere nell'immediato, in alcuni casi non scatta la scintilla, in altri invece ho difficoltà ad intravedere quello che ogni pipa di livello dovrebbe riuscire a trasmettere: la riconoscibilità.
Davide Iafisco non me ne voglia... Ma fino a un annetto fa anche lui rientrava in questa (soggettiva) categoria.
Le realizzazioni che caratterizzarono la sua prima produzione, in tutta onestà, mi sembravano prive di quella magica impronta che ti porta a dire "Wow! Una Iafisco!!" e quindi ho continuato a seguirlo, lo ammetto, con una certa superficialità.
Negli ultimi mesi però sono rimasto letteralmente sorpreso dalle sue recenti collezioni.

sabato 21 gennaio 2017

lunedì 16 gennaio 2017

Gigliucci "False Sandblast" billiard tan


Una delle pipe più interessanti acquistate durante lo scorso anno é stata realizzata dall'amico Andrea Gigliucci.
Ormai il pipemaker toscano non ha più bisogno di presentazioni ed é riuscito a guadagnarsi, a gran merito, le sue fette di mercato.
Le sue "creature" risultano sempre ben eseguite e, ad avviso di chi scrive, mai scontate, con uno stile particolare capace di renderle identificabili fin dal primo sguardo.
La scorsa volta toccò ad una rhodesian, a questo turno invece il mio interesse é stato per il più classico degli shapes: la billiard.